8 modi organici per sbarazzarsi dei vermi del cavolo e delle tarme del cavolo

8 modi organici per sbarazzarsi dei vermi del cavolo e delle tarme del cavolo

I vermi del cavolo sono uno dei parassiti più comuni nel giardino. Ogni giardiniere che conosco lotta con loro! Possono essere subdoli, frustranti e causare molti danni alle piante. Ma ho buone notizie: ci sono molti modi semplici per impedire che i vermi del cavolo distruggano il vostro giardino, e per ottenere comunque un bel raccolto abbondante!

Leggi per imparare 8 modi per sbarazzarti dei vermi del cavolo e delle tarme del cavolo. Alcune opzioni sono di natura preventiva, come coprire le vostre piante con coperture galleggianti – o anche ingannare le tarme del cavolo con il colore! Altri metodi comportano l’uccisione diretta dei bruchi. Non importa cosa scegliete, state certi che tutte e 8 queste opzioni di controllo delle tarme del cavolo sono biologiche.

Prima di tuffarci nei modi per controllare i danni delle tarme del cavolo in giardino, cerchiamo di familiarizzare brevemente con questi fastidiosi piccoli idioti. Inoltre, tenete presente che un giardino biologico non è perfetto. Qualche verme del cavolo o qualche buco da rosicchiare non è la fine del mondo.

Cosa sono le tarme del cavolo e i vermi del cavolo?

“Vermi del cavolo” è un termine relativamente generico che si riferisce a una manciata di specie di piccoli bruchi verdi parassiti. Come suggeriscono i loro nomi, sono più attratti dalla famiglia delle piante di cavolo e senape. Conosciuta anche come la famiglia brassica, questa comprende verdure come broccoli, cavoli, cime di cavolo, cavolini di Bruxelles, cime di senape, cime di rapa e, naturalmente, cavoli. Tuttavia, non è tutto! Abbiamo trovato i vermi del cavolo su una grande varietà di altre piante nel nostro giardino, compresi i fiori.

Alcuni vermi del cavolo sono le larve di piccole farfalle bianche che si vedono svolazzare nei giardini durante il giorno. Le farfalle bianche sono spesso chiamate “bianchi del cavolo” o “falene del cavolo” – anche se non sono proprio falene. Tuttavia, c’è un bruco simile, la cavolaia, che proviene da una falena notturna marrone. Le cavolaie assomigliano molto alle farfalle cavolaie, tranne che le cavolaie sono di solito più magre e si muovono come i vermi da pollice… sai, saltellando.

Sia i vermi del cavolo che le cavolaie sono controllate nello stesso modo.

Una farfalla bianca del cavolo si nutre di un fiore viola alla luce del sole. Lo sfondo è verde sfocato mentre il fiore e la farfalla sono a fuoco.
Farfalla bianca del cavolo. Immagine per gentile concessione del Telegraph UK

Ciclo di vita dei vermi del cavolo & Danni causati

Le falene o le farfalle del cavolo non danneggiano direttamente le piante. Quel divertente lavoro è lasciato alle loro larve – i “vermi”! Se notate farfalle bianche che danzano intorno al vostro giardino, probabilmente stanno deponendo uova, e quindi creando i futuri distruttivi vermi del cavolo. Quando atterrano sulle piante, le tarme del cavolo spesso sbattono il sedere sulle foglie per depositare le uova.

Le uova delle tarme del cavolo si presentano come punti oblunghi bianchi o gialli. Sono quasi sempre attaccate alla parte inferiore delle foglie. Se trovate e riconoscete queste uova, schiacciarle è un ottimo metodo di controllo precoce! Tuttavia, si prega di notare che le uova di coccinella sono anche oblunghe e gialle, ma si trovano in gruppi. Le uova dei vermi del cavolo sono di solito sporadiche e solitarie.

Quando le larve delle tarme del cavolo e delle farfalle emergono dalle loro uova, i vermi del cavolo iniziano a nutrirsi immediatamente della materia vegetale circostante. Questo crea piccoli buchi nelle foglie, che si espandono in buchi più grandi – o in foglie e piante completamente demolite man mano che i bruchi crescono in dimensioni e popolazione.

Alcuni danni del verme del cavolo sono solo cosmetici, ma possono essere devastanti per le piccole e tenere piantine. I bruchi continueranno a mangiare e a crescere per diverse settimane, finché non saranno abbastanza grandi da formare una crisalide e trasformarsi in una farfalla (o falena) bianca del cavolo.

Una mano tiene una foglia di cavolo parzialmente mangiata con una decina di bruchi del cavolo bianco. Sono stati rimossi manualmente da più piante in tutto il giardino.

8 MODI BIOLOGICI PER PREVENIRE & IL CONTROLLO DEI Vermi del Cavolo

Ora che conosci meglio il loro ciclo di vita, ecco diversi modi per controllare i vermi del cavolo nel tuo giardino – in modo biologico! Discutiamo ciascuno di essi di seguito.

  1. Rimozione manuale
  2. Coprifila galleggiante
  3. Piantare varietà viola & rosse
  4. Utilizzare la policoltura & Companion Planting
  5. Insetti benefici
  6. Tarme del cavolo
  7. Bacillus Thuringiensis (Bt) Spray
  8. Neem Oil Spray

1) Rimozione manuale dei vermi del cavolo

Ti senti a tuo agio nel maneggiare gli insetti? Una volta ero un po’ più schizzinoso, ma il fatto è che schiacciare o rimuovere manualmente certi parassiti quando li vedi è a volte il modo più veloce, facile ed efficace per fermarli sul nascere. Soprattutto se state cercando di gestire solo una manciata di piante! Io lo faccio sempre. Questo include la raccolta a mano dei vermi del cavolo e dei bruchi dalle brassicacee e dalle verdure a foglia (che i polli apprezzano molto, wink wink…) o lo schiacciamento delle colonie di afidi. Conosco anche alcuni amici giardinieri che catturano le tarme del cavolo con reti per farfalle e racchette da tennis!

Per ridurre i danni dei vermi del cavolo a mano, dovrai ispezionare spesso le tue piante. Fate in modo che sia una routine controllare le vostre piante una o due volte a settimana. Quando sei fuori a caccia, tieni presente che i vermi del cavolo si trovano più spesso sul lato inferiore delle foglie, o infilati nella nuova crescita al centro della pianta. I subdoli vermi del cavolo si troveranno anche lungo la vena centrale di una foglia di cavolo, mimetizzandosi e mascherandosi perfettamente. Oltre alle foglie bucate, il “frass” o cacca che si lasciano dietro è un indicatore chiave che un bruco del cavolo è nelle vicinanze! Cerca la cacca.

Può essere efficace schiacciare o raccogliere i vermi del cavolo a mano, ma puoi anche cercare le uova della tarma del cavolo. Esamina la parte inferiore delle foglie per trovare i piccoli puntini oblunghi bianchi o gialli, e puliscili semplicemente. Poi se ne andranno prima che possano fare qualsiasi danno.

Un collage di immagini a tre vie, la prima immagine mostra una foglia di cavolo con due uova di farfalla del cavolo bianco su di essa. Sono leggermente più gialle e arancioni, e indicano che si schiuderanno presto. Ogni uovo è stato cerchiato di viola usando un'applicazione di vernice durante l'editing per evidenziare l'uovo. La seconda immagine mostra l'interno di una pianta di cavolfiore, c'è un bruco bianco cavolo attaccato su una delle foglie che mangia via. È stato anche cerchiato di viola per evidenziare il bruco e come si mimetizza contro le foglie della pianta. La terza immagine mostra l'interno di una pianta di cavolfiore e la cacca del bruco che si è raccolta sul fondo. Se vedi della cacca, un bruco è solitamente vicino.
Uova di falena del cavolo mostrate in alto, e un verme del cavolo (e la sua cacca rivelatrice) in basso.

2) Coprifila

Uno dei modi migliori per evitare che i vermi del cavolo mangino le tue piante è impedire alle falene del cavolo di accedere alle piante! Missione “stop the butt-bumping”, se volete.

Singole piante, letti rialzati o sezioni di essi possono essere protetti con coperture di fila, tradizionalmente sostenute da strutture a cerchio. Chiamate anche “coperture galleggianti”, bloccano i parassiti o altri elementi indesiderati. Alcune coperture sono usate per fermare gli insetti, mentre altre possono essere usate per proteggere dal gelo o per fare ombra. Noi le usiamo nel nostro giardino per prevenire i danni dei vermi del cavolo e per proteggere le giovani piantine dagli uccelli selvatici.

Noi usiamo una combinazione di questi cerchi eleganti insieme a questa rete per insetti nel nostro giardino. La versione più corta dei cerchi funziona perfettamente nelle nostre aiuole larghe 2 e 3 piedi. Con l’aggiunta di questi estensori di base, si adattano bene anche attraverso i nostri letti più larghi (4,5 piedi), anche se rimangono abbastanza corti. Per fornire più “spazio per la testa” o un arco su piante più grandi come i cavoletti di Bruxelles e i pomodori, i cerchi super alti funzionerebbero meglio. Si possono anche fare i propri cerchi con un tubo in PVC.

È facile tirare indietro il materiale di copertura delle file quando è necessario (ad esempio per la raccolta) e lasciare semplicemente i cerchi al loro posto. Assicuratevi di controllare le varie misure di rete disponibili per adattarsi al meglio alle dimensioni del vostro giardino! Noi abbiamo ordinato un rotolo grande e li abbiamo tagliati a misura per ogni letto.

Quattro aiuole di legno rialzate sono coperte da coperture galleggianti con l'aiuto di cerchi per mantenere le coperture sollevate dalle piante sottostanti. Ci sono molti cespugli, arbusti e alberi lungo il perimetro del giardino.
I nostri cerchi e le coperture in cima.
Si mostrano due aiuole rialzate piene di una varietà di verdure a foglia verde. Ogni letto ha tre cerchi di metallo posizionati uniformemente sul letto. Le coperture galleggianti sono di solito posizionate sopra i letti rialzati e tenute lontane dalle piante con l'assistenza dei cerchi.
Con le coperture delle file rimosse per le foto e la raccolta. Anche con le piante completamente cresciute, posiamo ancora le coperture galleggianti sopra i cerchi (e alcune parti poggiano anche direttamente sulle piante, il che va più che bene) e le fissiamo ai cerchi con degli spilli.

Se si usa il materiale giusto e si fissano bene gli angoli e i lati (noi usiamo delle spille da bucato per questo), le coperture possono efficacemente tenere fuori le tarme del cavolo e i loro bruchi, insieme a molti altri insetti nocivi. Le coperture possono anche proteggere le vostre piante da scoiattoli, conigli, uccelli, gatti di quartiere e altri parassiti vertebrati più grandi!

Tuttavia, tenete presente che anche gli impollinatori non potranno entrare. Per fortuna, la famiglia delle piante di cavolo non ha bisogno di impollinazione per crescere. Tuttavia, per usare le coperture galleggianti con piante da fiore come la zucca, è necessario aprire e chiudere le coperture ogni giorno – o impollinare a mano la zucca.

Vedi questo articolo sui cerchi e le coperture per saperne di più – compresi i consigli sui cerchi in PVC fai da te, e l’uso di coperture per l’ombra o la protezione dal gelo.

3) Piantare varietà viola & rosse

Sapevate che i parassiti sono meno attratti dalle verdure rosse e viola? Certo che lo sono! Anno dopo anno, il cavolo viola e il cavolo rosso del nostro giardino sono significativamente meno danneggiati dai vermi del cavolo e dagli afidi rispetto alle loro controparti verdi. Una teoria ragionevole è che i parassiti verdi o di colore pallido non possono mimetizzarsi e nascondersi così facilmente sulle verdure dai colori vivaci come su quelle verdi. Questo li renderebbe un facile bersaglio per i predatori.

Inoltre, gli studi dimostrano che l’antocianina (il flavonoide ricco di antiossidanti che rende le verdure rosse, viola e blu-pigmentate così buone per noi! Può anche scoraggiare parassiti più grandi come gli scoiattoli!

Sono mostrate le aiuole del giardino, quella in primo piano ha il cavolo rosso piantato davanti e quello verde dietro. Mentre i letti più lontani sono pieni di senape rossa gigante e fave.
In un’aiuola di cavolo rosso e verde, le tarme del cavolo depongono le uova quasi esclusivamente sul cavolo verde! Non mi credete? Guardate le foto qui sotto.
Un collage di immagini a due vie, la prima immagine mostra un primo piano di una testa di cavolo verde. Ci sono molti buchi nelle varie foglie della pianta a causa dei bruchi bianchi del cavolo. La seconda immagine mostra un primo piano di una testa di cavolo rosso e non ha alcun buco in esso da bruchi di cavolo bianco anche se è piantato proprio accanto al verde. Le farfalle bianche del cavolo depongono quasi esclusivamente sul cavolo verde perché sono attratte dal colore verde rispetto al viola o al rosso.
Piantato nello stesso letto, ogni cavolo verde ha danni da vermi del cavolo – mentre i cavoli rossi sono tutti integri.

Quindi, scegliere varietà rosse e viola della famiglia dei cavoli è un modo per ridurre i danni dei vermi del cavolo. Eppure sono sicuro che tutti noi desideriamo un po’ più di varietà di un letto di giardino pieno di cavoli rossi! E questo va più che bene. La varietà è un bene, e ci porta al nostro prossimo punto…

4) Policoltura & Piantare insieme per scoraggiare le tarme del cavolo

Coltivare una grande varietà di piante crea biodiversità nel vostro giardino. Questo è un modo per mantenere l’equilibrio e anche per attirare più insetti benefici. Inoltre, la varietà e la policoltura – il termine per mescolare molti tipi di piante in uno spazio – riduce le possibilità di devastazione diffusa da parassiti che sono tutti attratti dalla stessa coltura. Ciò significa che potrebbe non essere la migliore idea piantare un’intera aiuola piena solo di broccoli.

Suggerisco anche di interpiantare alcune piante di compagnia con le vostre colture a rischio di parassiti. Per esempio, le piante brassiche di compagnia come il timo, l’aneto, l’origano, la lavanda, le cipolle, l’aglio e le calendule sono considerate un deterrente per le tarme del cavolo.

D’altra parte, alcune piante di compagnia possono servire come una “trappola” e attirare i vermi del cavolo – mentre li attirano lontano dalle vostre verdure! I nasturzi sono un primo esempio. Tuttavia, assicuratevi di rimuovere periodicamente le piante trappola infestate per evitare una popolazione in crescita di tarme del cavolo nel vostro giardino. Oppure rimuovete manualmente e uccidete i vermi del cavolo dalle colture trappola.

Per maggiori informazioni sulle combinazioni di piante da compagnia e sui deterrenti naturali dei parassiti, assicuratevi di iscrivervi alla nostra newsletter settimanale per ricevere gratuitamente un kit di strumenti di pianificazione del giardino! Nel toolkit è inclusa una tabella dettagliata delle piante di accompagnamento.

Una mano tiene una decina di bruchi bianchi del cavolo dopo averli rimossi manualmente dalla pianta trappola di nasturzio sullo sfondo. Le piante trappola aiutano a tenere i bruchi lontani dalle tue verdure.
Ho raccolto a mano tutti questi vermi del cavolo da un nasturzio in vaso, piantato come trappola alla fine di un letto di cavolo verde e cavolo nero. Questi piccoli idioti hanno mangiato tutti i fiori del nasturzio e molte delle foglie, ma hanno lasciato completamente da sole le verdure brassiche! Piantare insieme per la vittoria.

5) Usa falene del cavolo come esca

Questo consiglio è veloce. A quanto pare, le falene del cavolo sono territoriali e stanno alla larga se ci sono altri bianchi del cavolo in giro! Così, alcuni giardinieri hanno successo nel dissuadere le falene mettendo esche o farfalle bianche finte intorno alle loro aiuole. Il modo più comune per fare questo è quello di fare il proprio. Ci sono modelli stampabili disponibili online per aiutare.

6) Insetti benefici: Vespe parassite

Le vespe parassite depongono le loro uova dentro o sopra altri artropodi, compresi i bruchi e le loro pupe. Pertanto, questi insetti benefici possono essere un grande strumento contro i vermi del cavolo e altri bruchi parassiti come i vermi del corno del pomodoro. Ci sono dozzine di specie e tipi, quindi non tutti assomigliano a quello mostrato qui sotto. Una volta che le loro uova si schiudono, le larve di vespa si nutrono del bruco ospite, uccidendolo.

Sapevi che puoi comprare una comunità iniziale di vespe parassite da introdurre nel tuo giardino? Queste vespe Trichogramma sono una scelta popolare. A differenza di altre grandi vespe che potresti immaginare, queste non mordono o pungono, e passano praticamente inosservate dall’uomo! Sono diffidente nell’acquistarle per il nostro giardino, solo perché alleviamo bruchi di monarca.

Una vespa parassita nera con zampe arancioni sta inserendo un'appendice in un bruco dove depositerà le uova che si trasformeranno in larve e si nutriranno del bruco ospite fino alla morte del bruco stesso.
Una vespa parassita. Foto da Phys.org

7) Bacillus Thuringiensis – “Bt”

Bacillus thuringiensis, noto anche come Bt, è un batterio naturale che vive nel suolo. È un ingrediente attivo comune nei pesticidi biologici organici. Vale a dire, uccide i bruchi. Il Bt è tossico SOLO contro le larve di farfalle o falene. Le fa smettere di mangiare. Pertanto, il Bt è comunemente usato per controllare i vermi del cavolo e le cavolaie della famiglia delle piante brassiche.

“Bt è un batterio che non è tossico per gli esseri umani o altri mammiferi, ma è tossico per alcuni insetti quando viene ingerito. Funziona come insetticida producendo una proteina a forma di cristallo (tossina Cry) che uccide specificamente certi insetti. Il Bt si trova naturalmente sulle foglie e nel suolo in tutto il mondo, ed è stato usato commercialmente sia nell’agricoltura biologica che convenzionale per oltre cinquant’anni. Nel corso di due decenni di revisione, l’EPA e numerosi organismi scientifici hanno costantemente trovato che il Bt e le colture Bt non sono dannosi per gli esseri umani.”

Entomological Society of America

Lo spray Bt è disponibile all’acquisto sia premiscelato, sia come concentrato che deve essere diluito prima di essere applicato alle piante. I concentrati sono l’opzione più conveniente. Noi usiamo questo concentrato di Safer Brand. Per lo più, per le nostre piante di cannabis per impedire che i “vermi delle gemme” le distruggano – e in rare occasioni in giardino, quando i vermi dei cavoli sono fuori controllo. Se applicato alle colture vegetali, il Bt è considerato sicuro per il consumo umano anche se spruzzato lo stesso giorno del raccolto. (Per saperne di più sul controllo dei parassiti organici specifici della cannabis, vedi questo post.)

Come usare il Bt in giardino

Quando mescolate lo spray Bt, seguite le indicazioni sul prodotto Bt che acquistate. Per quello che usiamo noi, si chiede di diluire 1 cucchiaio di Bt per un gallone d’acqua. Mescolare bene direttamente nel vostro spruzzatore a pompa. Spruzzare le piante interessate fino al punto di gocciolamento, compresa la parte inferiore delle foglie.

Come altri spray fogliari, è meglio applicare la soluzione Bt nelle ore serali. Tuttavia, il Bt è ancora più delicato degli altri e non presenta lo stesso rischio di bruciare accidentalmente le foglie con applicazioni improprie. Al contrario, il Bt si degrada rapidamente alla luce del sole e si lava via con la pioggia o altra acqua. È più efficace il giorno o due dopo l’applicazione, ed è considerato praticamente inesistente dopo una settimana.

Bt è più efficace contro i piccoli bruchi, quindi è importante trattare le piante infestate dai bruchi all’inizio. Può non avere effetto sui bruchi più grandi, come quelli lunghi più di 1 pollice. Potrebbe essere necessario raccogliere a mano quei ciccioni. Parlando di ciccioni… sapete quanto amo i bruchi monarca! Siamo molto, molto cauti nel non spruzzare Bt ovunque vicino alle nostre piante di milkweed. Inoltre, evitate di spruzzare troppo le vostre piante su aree non bersaglio!

Una mano tiene una bottiglia di Safer Brand caterpillar killer che è BT o bacillus thuringiensis. Ci sono alberi e arbusti verdi sullo sfondo inferiore con un cielo blu parzialmente coperto che occupa la metà superiore dello sfondo.
Bt Caterpillar Killer, approvato per il giardinaggio biologico

8) Olio di Neem

L’olio di neem è un olio vegetale, estratto dai semi dell’albero di neem nativo dell’India. L’olio di neem concentrato viene diluito e mescolato, e poi spruzzato sulle piante per il controllo organico dei parassiti. L’olio di neem è particolarmente efficace per controllare i piccoli insetti dal corpo morbido, come afidi, tripidi, acari, cocciniglie, cocciniglie e mosche bianche. Se applicato direttamente, l’olio può ricoprire i loro corpi e ucciderli – o comunque interferire con la riproduzione e l’alimentazione.

L’olio di neem può anche aiutare a respingere le tarme del cavolo, le zanzare e le mosche. Quindi, spruzzare abitualmente il vostro giardino con una soluzione di olio di neem può rendere le vostre piante meno attraenti per i parassiti. Tuttavia, se la vostra pianta è già infestata, l’olio di neem non ucciderà tipicamente i vermi del cavolo.

Detto questo, l’olio di neem è ultimo in questa lista di opzioni di controllo dei vermi del cavolo per una ragione. Usato insieme ad altri metodi di controllo, l’olio di neem può aiutare il problema – ma probabilmente non impedirà o eliminerà del tutto la presenza delle tarme del cavolo.

Se volete usare l’olio di neem nel vostro giardino, vi consiglio vivamente di leggere questo articolo per saperne di più su come mescolarlo e usarlo correttamente. Poiché il neem combatte le malattie fungine come l’oidio e non danneggia gli insetti benefici (se usato correttamente), può essere un ottimo prodotto da usare in un giardino biologico! Tuttavia, quando l’olio di neem è applicato in modo scorretto o nella situazione sbagliata (il che è comune!) – può fare più male che bene.

Ed è così che ci liberiamo dei vermi del cavolo.

In chiusura, spero che tu abbia imparato alcuni nuovi consigli utili per controllare i vermi del cavolo! Di nuovo, la perfezione non è l’obiettivo qui. Non scoraggiatevi (o non sentitevi tentati di ricorrere a pesticidi chimici) se le vostre piante hanno qualche difetto. Al contrario, siate orgogliosi dei vostri sforzi per coltivare il cibo in modo biologico! Mi congratulo con voi.

If you enjoyed this article, you’ll may also like:

  • How to Make Homemade Insect Soap Spray to Kill Aphids, Mealybugs & More
  • Organic Pest Control, Part 1: How to Prevent Pests in the Garden
  • Identify the Top 18 Garden Pests, Plus Beneficial Insects
  • Over 25 Organic Ways to Stop Pests from Destroying Your Garden
  • Top 23 Plants for Pollinators: Attract Bees, Butterflies & Hummingbirds

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *