Hobbits Were Once Real

Hobbits Were Once Real

Sam Westreich, PhD

Follow

Aug 10, 2020 · 5 min read

These tiny humans walked the Earth 60,000 years ago. Did they carry a ring to Mordor? Evidence still uncertain.

Did Bilbo Baggins really wander the planet, searching for Smaug with a band of dwarves? Probably not, but hobbits did exist, in a much more boring, scientific sort of way. Fonte.

Quando ero adolescente, feci un’escursione di otto giorni attraverso le Boundary Waters, la grande distesa di natura selvaggia nel Minnesota settentrionale vicino a dove il lago Superiore tocca lo stato.

Era la più lunga durata della mia escursione, e dovevo cercare la motivazione per continuare a camminare lungo il sentiero. Ho pensato alla mia famiglia e ai miei amici, a quella ragazza al campeggio che ogni tanto mi sorrideva, a tutto l’incredibile cibo carico di grassi e che intasa le arterie che avrei divorato una volta tornato alla civiltà.

Ma soprattutto, ho pensato agli hobbit.

Vedi, durante il lungo viaggio in autobus che ci ha portato fino al bordo delle Boundary Waters, abbiamo guardato metà dell’intera (edizione estesa!) della trilogia cinematografica del Signore degli Anelli, l’epopea fantasy in tre parti scritta da J.R.R. Tolkien e portata in vita sullo schermo sotto l’occhio di Peter Jackson.

Ho visto i due hobbit principali del film, Frodo e Sam, portare il maledetto Unico Anello nel suo epico viaggio verso la montagna mortale dove è stato forgiato, per distruggerlo e impedire che fosse usato dal malvagio Sauron. La razza degli hobbit era ancora più bassa di quella dei nani, nota per la loro natura pacifica, i piedi pelosi e l’assoluta riluttanza a farsi coinvolgere nell’intera faccenda di intraprendere una ricerca estesa a tutto il mondo.

Ovviamente, sapevo che gli hobbit non erano reali. Gli elfi non sono reali, e anche se alcuni individui hanno condizioni genetiche che portano a una statura anormalmente bassa, questi individui non scavano miniere e cacciano l’oro.

Quindi sono sicuro che potete immaginare la mia sorpresa quando mi sono imbattuto ancora una volta negli hobbit – in un libro di testo di antropologia.

Tra i cinquanta e i centomila anni fa, sull’isola di Flores in Indonesia, gli hobbit camminavano sulla terra.

O meglio, una piccola specie di esseri umani arcaici, alti solo un metro e mezzo, scoperti nel 2003. Sono stati chiamati Homo floresiensis, dal nome dell’isola dove sono stati scoperti. Questo avveniva, naturalmente, proprio nel bel mezzo della hobbit-mania, dato che la serie finale della trilogia del Signore degli Anelli, Il Ritorno del Re, ha debuttato quello stesso anno.

Quindi, subito dopo la scoperta, gli scopritori hanno soprannominato questo nuovo gruppo “hobbit”.”

Questi antichi parenti, nonostante la loro piccola statura (e le corrispondenti piccole dimensioni del cervello), hanno comunque dimostrato di possedere molte delle caratteristiche che ci distinguono dagli altri animali. Mostravano prove di aver padroneggiato l’uso del fuoco, e gli scheletri sono stati trovati con strumenti di pietra.

La testa ricostruita dell’Uomo di Flores, basata sulle ossa fossili ritrovate. Non assomiglia molto a Martin Freeman, ma suppongo che Hollywood si sia presa qualche libertà. Fonte.

In base a uno studio del 2019, che ha esaminato il record fossile per datare le ossa e altri manufatti trovati, questo gruppo di ominidi si è separato dall’Australopithecus circa 1,6-1,9 milioni di anni fa, circa nello stesso periodo in cui anche l’Homo habilis si ramificava. Questo, come la maggior parte delle caratteristiche di H. floresiensis, è ancora in discussione, con alcuni antropologi che sostengono che potrebbero essersi diramati più tardi, da Homo erectus.

Un fatto che non è ancora chiaro è come H. floresiensis potrebbe aver raggiunto l’isola di Flores in Indonesia. Gli individui hanno lasciato l’Africa, il luogo di nascita dell’umanità, ma anche durante l’ultima era glaciale, l’isola di Flores era probabilmente ancora separata dall’acqua dalla terraferma. Gli “hobbit” devono aver usato qualche forma di viaggio sull’acqua, come le zattere di bambù, per raggiungere l’isola.

L’effetto di restringimento, o di crescita, delle isole

È interessante notare che gli antichi antenati dell’uomo non sono le uniche specie che possono cambiare dimensioni quando sono intrappolate su un’isola.

C’è una regola, nota come regola di Foster, nella biologia evolutiva. La regola suggerisce che, quando una specie viene segregata su un’isola, si ridurrà o crescerà di dimensioni, a seconda del livello relativo di risorse disponibili sull’isola.

Per molti grandi animali, le relativamente poche risorse su un’isola fanno sì che le creature diventino più piccole. Consideriamo il mammut pigmeo, che era alto solo quanto Jason Alexander (George di Seinfeld). Il restringimento dell’isola ha anche portato a versioni più piccole di ippopotami, boa, bradipi e cervi. The shrinking phenomenon is also known as insular dwarfism.

A drawing of the pygmy mammoth, as found on Santa Rosa Island in California. It’s about as tall as David Spade, or George from Seinfeld. Source.

Other animals, on the other hand, can grow larger on islands, especially if they were small before! Birds, rats, otters, and rabbits have all grown larger on islands. Once on an island, where there are no (or fewer) predators, there’s no longer an evolutionary advantage to staying small, and these creatures become larger.

Elephant Bird image. Keep in mind that this super-ostrich stood 10 feet tall, making it more than 2 feet taller than Yao Ming. Fonte.

Un grande esempio di questo è l’uccello elefante, che viveva in Madagascar. Queste creature erano strettamente legate all’uccello kiwi, che è alto solo circa 18 pollici; tuttavia, si sono evoluti sull’isola protetta e priva di predatori del Madagascar, dove sono stati in grado di crescere più grandi senza rischio di essere uccisi.

Un altro esempio, che è diventato parte della cultura popolare, è il dodo. Questi uccelli senza volo erano imparentati con i piccioni, ma erano molto più grandi. Un piccione è alto meno di un piede, mentre i dodo erano alti poco più di un metro e mezzo, e pesavano quasi il doppio di un tacchino medio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *