I tuoi muscoli fanno più male quando fa freddo fuori?

I tuoi muscoli fanno più male quando fa freddo fuori?

Di Amber Greviskes

La voce: Gli allenamenti invernali possono portare a muscoli doloranti e lesioni

Ogni anno, dopo il mio primo allenamento all’aperto dopo che la temperatura scende, le mie gambe sono doloranti il giorno seguente. Non sono particolarmente fuori forma. In effetti, faccio esercizio quotidiano e questi dolori non possono essere attribuiti al fatto di spingermi troppo forte o di provare nuovi esercizi. Invece, ogni novembre, come un orologio, i muscoli delle mie gambe si stringono, si sforzano e rimangono così per diversi giorni. Molte persone che incontro in palestra condividono storie simili. Nessuno di noi ha l’artrite o altre condizioni che dovrebbero scatenare questo dolore, e spesso ci chiediamo cosa c’è di sbagliato.

Il verdetto: Il freddo può causare muscoli e articolazioni più rigidi

Il freddo fa sì che i muscoli perdano più calore e si contraggano, causando tensione in tutto il corpo. Le articolazioni diventano più strette, i muscoli possono perdere la loro gamma di movimento e i nervi possono essere pizzicati più facilmente, secondo la fisioterapista ortopedica di Los Angeles Vivian Eisenstadt.

Grazie agli effetti delle temperature più fredde, i muscoli sono costretti a lavorare molto più duramente per completare gli stessi compiti che completano facilmente in tempo più mite. Questo causa più danni al tessuto muscolare e può provocare un maggiore indolenzimento. Per contrastare il danno, assicuratevi di riscaldarvi un po’ più a lungo del solito.

“È normale sentire indolenzimento muscolare per alcuni giorni dopo l’esercizio, soprattutto se si tratta di un diverso tipo di attività o a un livello più intenso di quello a cui il vostro corpo è abituato”, dice Amy McDowell, una fisioterapista e istruttrice di Pilates di ARC Physical Therapy, a Chicago. “Se ti senti più dolorante in inverno dopo lo stesso livello di esercizio rispetto al resto dell’anno, potrebbe essere che il tuo corpo ha bisogno di un periodo di riscaldamento più lungo”. Questo aumenterà la tua temperatura interna e assicurerà che l’ossigeno e il sangue fluiscano in tutto il tuo corpo. Una regola empirica di base è che dovresti riscaldarti per 10 minuti quando la temperatura è tra i 35 e i 45 gradi Fahrenheit. Per ogni diminuzione di 10 gradi al di sotto dei 35 gradi, estendere il riscaldamento di cinque minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *