Muro a secco

Muro a secco

Problemi con il muro a secco

Il muro a secco – noto anche come pannello da parete, cartongesso, gesso, o con il marchio Sheetrock – ha ampiamente sostituito l’intonaco nelle pareti interne e nei soffitti. Il gesso usato per fare il muro a secco può essere estratto, fatto sinteticamente dai rifiuti delle centrali elettriche a carbone o recuperato da muri a secco riciclati.

Fino a poco tempo fa, non c’erano regolamenti sui contaminanti nel muro a secco. Anche ora, esistono limiti solo per un contaminante, lo zolfo, ma i biocidi e altre sostanze chimiche aggiunte al cartongesso possono anche sollevare problemi di salute. Non si dovrebbe mai lavorare con il cartongesso senza protezioni.

Sulfur

Nel 2009, il cartongesso importato dalla Cina ha scatenato migliaia di denunce alla Consumer Product Safety Commission degli Stati Uniti. Il cartongesso cinese ha rilasciato alti livelli di gas di zolfo, che può corrodere cavi ed elettrodomestici, ed è anche un pericolo per la salute. I residenti hanno riportato problemi di respirazione, mal di testa, sangue dal naso e altri sintomi abbastanza gravi da costringerli a lasciare le loro case. Nel 2013, la commissione ha raccomandato la sostituzione di tutti i muri a secco nelle case colpite. (Vedi la Guida alla bonifica della commissione elencata sotto la voce Risorse alla fine di questa sezione). L’indagine della commissione ha trovato problemi simili in alcune case con muri a secco che si credeva fossero fatti negli Stati Uniti

Nel 2015, il governo federale ha emanato una nuova legge che richiede che i muri a secco prodotti o importati negli Stati Uniti abbiano meno di 10 parti per milione di zolfo. La nuova legge richiede anche l’etichettatura del cartongesso con il nome del produttore, il paese di origine e la data in cui è stato fatto.

Mercurio

A seconda della fonte del gesso, il cartongesso può contenere metalli pesanti, compreso il mercurio, che è una pericolosa neurotossina. Questo è particolarmente un problema con il gesso prodotto sinteticamente.

Studi hanno dimostrato che i muri a secco fatti con rifiuti di carbone possono emettere livelli di mercurio che sono più di 10 volte più alti di quelli del gesso estratto. Anche se può sembrare che riciclare i materiali sia una buona cosa, il mercurio catturato nei rifiuti delle centrali elettriche viene rilasciato nell’aria in quantità significative dalle fabbriche che producono il cartongesso. Per queste ragioni, il cartongesso fatto con gesso sintetico non è raccomandato. Sono disponibili alternative senza mercurio che non contengono alcun tipo di gesso.

Composto per giunti

Il composto per giunti del muro a secco può contenere ingredienti nocivi, tra cui formaldeide e acetaldeide, entrambi noti cancerogeni, e silice cristallina, che è cancerogena se inalata. La maggior parte dei composti per giunti premiscelati contengono biocidi dannosi come il tributilstagno, che è un potente interferente endocrino ed è altamente tossico per la vita acquatica.

Cercate un composto per giunti che sia a basso contenuto di VOC, senza biocidi e senza formaldeide e acetaldeide. I composti per giunti in polvere che devono essere miscelati sul posto hanno meno probabilità di contenere biocidi, ma possono porre maggiori problemi di inalazione, quindi usate un’adeguata ventilazione e attrezzature di protezione.

Muffa e umidità

In stanze con aria umida, come i bagni, il muro a secco rivestito di carta può favorire la crescita di muffe. Per contrastare la muffa, il cartongesso è spesso trattato con biocidi dannosi, o prodotti chimici antimicrobici, ma questi possono non essere molto efficaci. Invece, raccomandiamo di usare muri a secco non rivestiti in carta quando l’umidità è un problema.

Impatto ambientale

La produzione di muri a secco standard è ad alta intensità energetica e produce milioni di tonnellate di gas serra ogni anno. Ci sono alternative di cartongesso a basso impatto ambientale e ad alto contenuto di materiale riciclato che sono paragonabili in termini di costo al cartongesso standard. Un’alternativa, fatta dal 100% di latte e cartoni alimentari riciclati, è resistente all’umidità e non emette VOCs.

Polvere nociva

Tagliare il muro a secco e levigare il composto secco per i giunti può esporvi a sostanze chimiche nocive nella polvere. La polvere può irritare il tuo sistema respiratorio e causare tosse persistente o difficoltà di respirazione. Se il muro a secco contiene silice, l’esposizione a lungo termine può causare il cancro o malattie polmonari.

Se stai intraprendendo un progetto domestico che comporta il taglio o la levigatura del muro a secco, assicurati di indossare un adeguato equipaggiamento di protezione personale, compreso un respiratore che è stato adeguatamente adattato per te. Anche l’uso di una levigatrice a vuoto può ridurre l’esposizione alla polvere. Sia che stiate facendo il lavoro da soli o che assumiate un appaltatore, assicuratevi che l’area di lavoro sia adeguatamente isolata dal resto della casa.

Alternative

Ci sono alternative al muro a secco disponibili che non contengono gesso e non richiedono processi di riscaldamento ad alta intensità energetica per la produzione. I prodotti senza gesso producono meno polvere dannosa durante il taglio. Un tipo, chiamato pannello MgO, è fatto con ossido di magnesio e polvere di legno riciclata. È anche resistente all’umidità, ma ha un’alta impronta di carbonio perché deve essere spedito negli Stati Uniti dall’Asia. Controllare la compatibilità di queste alternative con diversi composti per giunti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *