Nodo nero

Nodo nero

Nodo nero, malattia fungina grave e progressiva delle specie di Prunus selvatiche e coltivate in Nord America. Il nodo nero è causato dal fungo Apiosporina morbosa (ex Dibotryon morbosum), che può diffondersi sia sessualmente che asessualmente. Prugne, ciliegie, albicocche, ciliegie a grappolo e altre specie sono tutte suscettibili e la malattia può causare perdite economiche nei frutteti non trattati.

nodo nero
nodo nero

Un nodo nero su un prugno infettato da Apiosporina morbosa (ex Dibotryon morbosum).

John Colwell/Grant Heilman Photography

Il fungo inizialmente infetta ramoscelli e rami, causando rigonfiamenti marrone chiaro che diventano verde oliva vellutato. Con il progredire della malattia, questi rigonfiamenti formano nodi duri, ruvidi, nero carbone o galle che cingono e uccidono le parti colpite. I nodi più vecchi sono spesso pieni di insetti, e una grave infezione può bloccare e uccidere l’albero.

Il nodo nero può essere controllato potando le parti infette durante l’inverno (i nodi sui grandi rami vengono tagliati via, e la ferita viene trattata), distruggendo i susini e le ciliegie selvatiche vicine che possono essere colpite, e spruzzando i germogli vegetativi con un fungicida. I susini giapponesi sono meno suscettibili della maggior parte delle varietà americane ed europee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *